Il Coleottero Bombardiere

 Il Coleottero Bombardiere

Il Coleottero Bombardiere

Questa è la trascrizione di un audio di due letture di un’ora ciascuna date da Georges Van Vrekhem al Savitri Bhavan in Auroville nel 2008 sull’Evoluzione ed il Disegno Intelligente.

 Georges conduce  l’ascoltatore attraverso un percorso critico e spassionato lungo i sentieri della scienza che tenta di inseguire le tracce dell’evoluzione e della nascita della vita sulla terra ed il senso della presenza umana sul pianeta.

Tutto il suo discorso è permeato dalla luce del faro dello Yoga Integrale ed in questa luce ci accompagna  attraverso varie teorie scientifiche messe a confronto con la  visione integrale dell’evoluzione dell’uomo secondo Sri Aurobindo e la Madre.


Book Details

Autore: Georges Van Vrekhem

Lunghezza del documento (da libro in cartaceo): 44 pages

Editore: Auro e-Books

Fonte originale: 2 file audio per un totale di 56 e 51 minuti comparso su  University of Human Unity

Collaboratori: Anandamaya, Blindshiva, Krishna

Libro disponibile nei formati: PDF, ePub, Kindle

Lingua: italiano


Book Download


Indice

  • La scienza ed il suo lato oscuro
  • Evoluzione e Disegno Intelligente

Esempio di testo

Il Coleottero Bombardiere

[In risposta alla domanda di un membro dell’uditorio che chiede quale è il tema di questo incontro, Georges inizia…]

Voglio dirvi che questo è l’ultimo incontro nella serie di quatto incontri che abbiamo avuto. Abbiamo camminato attraverso la filosofia dell’ antica Grecia, abbiamo gettato uno sguardo alla religione ed alla spiritualità, allo gnosticismo ed agli albori della chiesa cristiana, abbiamo annusato un po’ la storia contemporanea, Hitler ed il suo dio — una storia così contemporanea che alcune persone sedute qui — ed in verità più di alcune persone — vi parteciparono, molto giovani a quel tempo, però furono presenti. Ed ora, ci incamminiamo attraverso il paesaggio della scienza.

Dunque, il mio titolo …“Il Coleottero Bombardiere” — sapete, ero un commediografo al tempo del teatro dell’ assurdo di Ionesco e di Beckett — e mi piace quindi trovare sempre un titolo che sia provocativo, che conquisti l’attenzione, ma che comunque comunichi essenzialmente il messaggio — il messaggio riguarda l’ Evoluzione ed il Disegno Intelligente, che è ai nostri giorni una delle cose più importanti anche per gli aurobindiani come noi.

Prima di tutto vorrei accennare un po’ alla storia della biologia, del Darwinismo, del Neo Darwinismo… tutto è scienza naturalmente, ma la scienza ha molte facce, molte angolazioni, ed è estremamente importante, — e questa è una cosa molto importante da sapere, e che io raramente incontro — eccetto all’interno della storia della scienza. [Georges scrive sulla lavagna] La scienza fece la sua comparsa durante l’ultima parte del Medio Evo, — si potrebbe dire circa quattrocento anni fa — Qui c’era la Grecia [Georges indica un punto della lavagna] nel Rinascimento la scienza fu riscoperta, perché per quanto tempo durò il Medio Evo? Uno potrebbe dire quattrocento anni – quando l’imperatore Teodòsio chiuse tutti i templi e concluse il periodo della cultura greca, fino a, potremmo dire, al seicento — e qui troviamo naturalmente Leonardo.

Leonardo, come dice Sri Aurobindo,concentra in sé tutto il mondo moderno, lui era la [mente?] — ma le idee di Leonardo sono state tenute nascoste fino a tempi più recenti — cinquanta – cento anni fa, quando furono riscoperte. Fu lui l’uomo che mise in moto tutto. Abbiamo poi Galileo, milleseicento, così potremmo veramente dire che la scienza iniziò nel periodo che va dal quattrocento fino a seicento — perchè fu Galileo che per primo utilizzò il metodo scientifico. Accadde quindi questo… bruuummmm (Georges fa un gesto come ad indicare che il  tempo è trascorso molto velocemente). Più in là andiamo nel tempo, più l’idea di Dio è messa da parte, e siamo ancora in questo processo, vi dico questo perchè siamo ancora in questo processo.

Più ci avviciniamo ai nostri giorni e più incrementa l’importanza della scienza. Ed ora ci troviano, naturalmente in un mondo — guardatevi attorno — senza di essa, senza la scienza, non sarebbe possibile, perchè è un mondo che è stato creato dalla scienza: Dio è morto, ha detto Nietzsche. Ma questo significa naturalmente il Dio cristiano — e questo è molto importante da realizzare — quando parliamo di Dio, ci riferiamo tutto il tempo al Dio giudaico-cristiano, e la cosa che penso devo dirvi oggi è, abbastanza semplicemente, che in occidente non hanno semplicemente idea del Brahman, dell’Uno, dell’Assoluto presente in ogni cosa. E se voi leggete tutti questi libri — ho letto un mucchio di libri, altrimenti non sarei così pretenzioso di dare un discorso come questo — voi leggete tutto ciò e non troverete mai niente riguardo al Dio come quello che noi qui cerchiamo di vivere e di realizzare.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi